Raccolta sterile e non sterile di escreti e secreti

Raccolta sterile e non sterile di escreti e secreti (es. tamponi orofaringei)

Una gestione in totale sicurezza da parte dei professionisti in campo sanitario, consente di ridurre l’evenienza che possano verificarsi incidenti a danno di cose o persone, durante lo svolgimento di attività di assistenza dei pazienti sottoposti a prelievi e trattamenti di varia natura.

Affinché l’operatore sia protetto da ogni eventuale rischio o minaccia, sono disposti dei dispositivi di protezione individuale (DPI); si tratta di attrezzature da indossare o di accessori destinati a questo scopo.


Interventi di raccolta sterile e non sterile

Possono essere messi in atto interventi di vario tipo, ad esempio, nei casi di:

  • stipsi negli anziani
  • persone con catetere vescicale a permanenza;
  • raccolta del campione delle urine;
  • raccolta materiale biologico per esame colturale;
  • raccolta delle feci;
  • raccolta secreti;

Precauzioni durante il trattamento di escreti e secreti

È bene, per prima cosa, lavarsi le mani dopo essere venuti a contatto con liquidi corporei, sangue, escreti contaminati o meno, a prescindere dall’utilizzo dei guanti e occorre farlo anche dopo la rimozione di questi ultimi.

È sufficiente l’utilizzo del classico sapone per almeno 15 secondi e solo successivamente, anche quello di un detergente antisettico.

L’uso dei guanti, che devono essere della giusta misura, è importante prima di qualsiasi contatto con escreti, secreti e liquidi, nel caso si venga a contatto con un materiale contaminato o si ipotizzi l’eventuale lesione, si consiglia la sostituzione degli stessi, dopo essersi preventivamente lavati le mani.

Attrezzature durante le attività

Gli strumenti usati durante le operazioni di raccolta di escreti e secreti , che siano sporchi di sangue, liquidi ecc… devono essere manipolati in modo da prevenire il contatto con cute e mucose, l’eventuale contaminazione degli indumenti e il passaggio di microrganismi all’operatore, ad altri pazienti o all’ambiente.

È indispensabile prestare attenzione durante l’uso di aghi e strumenti taglienti come bisturi; durante la loro pulizia e disinfezione, quando si rimuovono i guanti.

Gli aghi, una volta usati, vanno rimossi dalle siringhe ed occorre essere attenti durante la manipolazione, evitando di romperli.

Aghi, siringhe, strumenti taglienti come lame devono essere riposti negli appositi contenitori; questi ultimi non vanno riempiti fino all’orlo, ma al massimo per ¾ e a questo punto, chiusi in maniera definitiva.

Raccolta di escreti e secreti

La raccolta standard delle urine del malato, effettuata per evidenziare eventuali patologie, va rilevata di primo mattino; è indispensabile avere un contenitore specifico etichettato e la richiesta medica.

Dopo previa pulizia dei genitali, occorre che il paziente urini e versi il liquido (non deve trattarsi la prima urina) nel contenitore sterile che deve essere portato al laboratorio analisi: di solito sono sufficienti 10 ml di liquido.

La raccolta delle feci può essere fatta tranquillamente a casa, tuttavia, su un paziente allettato, deve essere effettuata con gli adeguati strumenti, ovvero: guanti monouso, padella e copri-padella, carta igienica, fazzoletti di carta, contenitore per la raccolta, catino, asciugamani e spugne, sapone, tampone assorbente impermeabile, traversa.

Dopo aver prelevato il campione con una spatola sterile e averlo messo nel contenitore, questo va chiuso ed etichettato; in alcuni casi il prelievo può essere effettuato con un tampone che va inserito per circa 3-5 cm e poi sigillato nel contenitore sterile. Occorre lavarsi sempre le mani dopo l’operazione e riordinare il materiale.

La raccolta del secreto dei bronchi avviene incoraggiando il paziente a espettorare, se questo non è possibile, si procede tramite un drenaggio bronchiale. Questo metodo serve per raccogliere un campione di secreto presente nelle basse vie aeree. L’espettorato può assumere caratteristiche diverse e il liquido va sempre raccolto al mattino.

La raccolta di campioni biologici è utile per conoscere la carica batterica in zone specifiche come faringe, narici, isola oculare, retto ecc… questo tipo di raccolta è solitamente effettuata tramite tampone ad hoc.

Hai bisogno di un infermiere
per la raccolta sterile e non sterile di escreti e secreti ?

Solo con Easynurse puoi richiedere un intervento immediato di un infermiere altamente qualificato e certificato
direttamente a casa tua, di un famigliare oppure di un amico!

SCARICA L'APP E PRENOTA SUBITO